Mai più piercing sulle parti intime a Bologna. Il Consiglio comunale ha dato il via al nuovo regolamento per le attività di acconciatore, estetista, tatuaggio e piercing che, tra l'altro, vieta la pratica sugli organigenitali. Il Consiglio ha anche approvato un ordine del giorno per chiedere alla Regione di definire "secondo criteri scientifici quali tipologie di piercing vadano considerate a più alto rischio di infezioni e complicazioni".

Condividi
Feedback

(12/09/2008 - Redazione)
In evidenza oggi: