Sei in: Home » Articoli

Cassazione: professionista ristruttura lo studio? Non pu˛ dedurre tutta la spese ma solo la quota annuale di ammortamento

La Quinta Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. 16350/2008) ha stabilito che per i lavori di ristrutturazione di un immobile che il professionista adibisce a studio professionale, non pu˛ essere dedotto dall'imponibile l'intero ammontare ma possono essere dedotte solo le spese di quota annuale di ammortamento. In particolare, gli Ermellini hanno precisato che "in presenza di opere eseguite all'immobile adibito a studio professionale, le spese relative possono essere dedotte nel loro intero ammontare per il periodo di imposta nel quale dette spese sono state sostenute se trattasi di piccole manutenzioni, rientranti nella categoria di cui all'art. 1576 c.c., ovvero quelle che risultino dipendenti non da vetustÓ o caso fortuito, ma da deterioramento prodotto dall'utilizzazione del bene, alla stregua di una valutazione d'insieme della modesta entitÓ del loro valore economico e della destinazione dell'immobile; invece, in presenza di opere che si connotano quali lavori di ristrutturazione dell'immobile, la deduzione delle spese relative si esegue in quota annuale di ammortamento".
(04/07/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Avvocati: dal 1░ marzo comunicazione telematica per gli adempimenti di lavoro
» Separazione: rischia l'esclusione dalle scelte sulla salute dei figli il genitore che rifiuta i vaccini
» Divorzio: quando la moglie deve restituire il 50% delle rate del mutuo pagate per intero dal marito?
» Processo civile telematico: serve l'attestazione di conformitÓ per la copia cartacea della notifica via Pec
» Avvocati: dal 1░ marzo comunicazione telematica per gli adempimenti di lavoro


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss