Sei in: Home » Articoli

Querela di falso: mancata risposta all’interpello

La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione (sent. n. 15493 del 5/11/2002) ha stabilito che in tema di querela di falso, la mancata comparizione o la mancata risposta della parte che ha prodotto la scrittura all'interrogatorio formale deferitole dal giudice equivale a risposta negativa. Infatti, ai sensi dell'art. 222 cod. proc. civ., la parte che ha prodotto il documento impugnato di falso ha l’onere di fornire una esplicita conferma della volontà di servirsene e dunque un'esplicita risposta affermativa all'interpello, che non può essere sopperita con un comportamento equivoco, qual è la renitenza o il silenzio.
(21/11/2002 - Avv.Cristina Matricardi)

In evidenza oggi:
» Avvocati e privacy: basta una sola informativa
» Le norme anti-divano del reddito di cittadinanza
» La guida in stato di ebbrezza
» Cellulari: lo Stato deve informare sui rischi per la salute
» Esami avvocato, praticante ricorre e gli abbassano il voto, il Cds conferma
Newsletter f g+ t in Rss