Sei in: Home » Articoli

Coltivazione di canapa "per uso personale"

Il GUP del Tribunale di Udine, con provvedimento del 16 luglio 2002 ha prosciolto dall’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un ragazzo che aveva coltivato nel proprio giardino alcune piante di canapa indiana. Il giudice, sembra aver dato rilevanza all’effettivo uso personale della sostanza desunti anche dalle modalità artigianali di costruzione della serra e dal fatto che le condizioni economiche dell’imputato l’avevano indotto a coltivare la marijuana per conto proprio. Va segnalto peraltro che non esiste ancora un orientamento giurisprudenziale uniforme in materia.
(18/07/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Anas cerca avvocati penalisti
» Successioni: dal 1° gennaio 2019 solo online
» La sospensione condizionale della pena
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato
» Bollette gas: dal 1 gennaio prescrizione ridotta a 2 anni

Newsletter f g+ t in Rss