Sei in: Home » Articoli

Responsabilità del ginecologo per omesse informazioni sulle malformazioni del feto

La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione, con sentenza n. 6735 depositata lo scorso 10 maggio, ha affermato che il ginecologo che tace ai genitori la sussistenza di gravi malformazioni del feto può essere condannato al risarcimento dei danni derivanti dalla nascita. Secondo la Suprema Corte, infatti, tale comportamento omissivo del medico impedisce di fatto alla madre di determinarsi per un?interruzione della gravidanza, evitando così far fronte alle difficoltà derivanti dalla nascita di un figlio con gravi handicap. Alla stregua di tale principio, la Cassazione ha riconosciuto il diritto al risarcimento del danno per ?mancata interruzione di gravidanza? ad una coppia di genitori che, per omessa informativa del ginecologo, avevano scoperto solo al momento della nascita le gravi malformazioni del figlio.
(27/06/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Dolo eventuale e colpa cosciente: la Cassazione delinea le differenze
» Multe: il super autovelox vede anche chi usa il telefono
» Lavori in casa senza permesso: in vigore l'elenco
» Cassazione: niente sanzioni a lavoratore assente per un giorno senza certificato
» L'avvocato non può accettare compensi esigui


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Resta aggiornato. Segui StudioCataldi su Telegram      SCOPRI DI PIU'
chiudi