Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Pensione privilegiata: errore di fatto e revocazione art. 395 c.p.c

Condividi
Seguici

L'errore di fatto, come motivo di revocazione (secondo l'art. 395 c.p.c. che integra l'art. 68 lett. a del R.D. n. 1214/1934) sussiste quando la decisione è fondata sulla supposizione di un fatto, la cui verità è incontrastabilmente esclusa. Il motivo dedotto nel presente giudizio rappresenta un presunto vizio di valutazione dei fatti (il parere del Collegio Medico dell'Azienda Sanitaria di Firenze) ed un presunto difetto nella motivazione della sentenza (la condivisione del predetto parere), di cui si chiede la revocazione, non deducibili ai fini della stessa. in Laprevidenza.it
Corte dei Conti Toscana, Sentenza 22 febbraio 2005 n° 64
(12/04/2005 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» Via il tenore di vita anche per la separazione
» Non è offesa dire al collega "non sei un vero avvocato"

Newsletter f t in Rss