Sei in: Home » Articoli

Cassazione: vuoto normativo su pentiti, intervengano Sezioni Unite

La Corte di Cassazione chiama in campo le Sezioni Unite per colmare il ''vuoto normativo'' sulla utilizzabilita' delle dichiarazioni rese dai collaboratori di giustizia. La Sesta sezione penale della Suprema Corte, con l' ordinanza 29863, chiama in causa le Sezioni Unite sostenendo che ''non basta affermare (come avevano fatto i colleghi della Prima sezione penale nel 2002) che la rinnovazione degli interrogatori puo' essere fatta dopo la scadenza dei termini di durata delle indagini preliminari, se oltre questa scadenza si e' anche verificata la chiusura formale delle indagini stesse''. Anche se su questo punto non esiste un ''conflitto giurisprudenziale'', la Suprema Corte ha chiesto l'intervento dei colleghi a Sezioni Unite per la ''rilevanza della questione''. A sollecitare la pronuncia di piazza Cavour, il caso esaminato dalla Corte d'appello di Reggio Calabria nel dicembre 2001 sulla ricostruzione delle vicenda della cosca 'D'Agostino' e 'Balcastro-Romeo relativa alla vendita di una cospicua quantita' di stupefacente.
In particolare, la Suprema Corte ha ritenuto di rimettere al giudizio delle sezioni unite le questioni processuali proposte dalla difesa di Marcello Russo e di Francesco Zirilli.
(27/07/2004 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Avvocati: entro il 31 ottobre contributi alla CassaAvvocati: entro il 31 ottobre contributi alla Cassa
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF