Sei in: Home » Articoli

Cassazione Civile: mandato al difensore

Condividi
Seguici

La corte di Cassazione (sent. 29/3/2002 n.4618) ha precisato che il semplice deposito della copia notificata del ricorso per cassazione da parte di chi l’ha ricevuta, anche se contiene in calce la procura alle liti non può essere considerato né come controricorso essendo l’atto del tutto difforme da quanto rpevisto dall’art. 370 c.p.c., né come memoria ai sensi dell’art. 378 c.p.c. giacchè quest’ultima richiede che sia stato presentato il controricorso. L’atto in questione, secondo i Giudici della Corte, non può valere neppure a legittimare la partecipazione all’udienza di discussione essendo necessario, quando manchi il controricorso, il conferimento di apposita procura speciale nelle forme di cui al secondo comma dell’art. 83 c.p.c.
(10/05/2002 - Avv.Francesca Romanelli)
In evidenza oggi:
» Codice della strada: arriva la riforma
» Cassazione: il lavoratore non è obbligato a stimare l'azienda
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Appalto: le cause di estinzione
» La pensione minima

Newsletter f t in Rss