Sei in: Home » Articoli

Cassazione: ASL non consiglia centri specializzati, risarcisca

Le Asl sono obbligate a segnalare ai pazienti gravi i centri specializzati per ottenere le cure di cui necessitano. Se queste indicazioni non arrivano, sancisce la Corte di Cassazione, e il cittadino e' dovuto ricorrere a cure all'estero ha il diritto di essere rimborsato per le spese sostenute. Questo perche' ''e'' compito fondamentale ed ineludibile della stessa amministrazione - scrive piazza Cavour - indirizzare il cittadino affetto da grave patologia, non adeguatamente curabile in sede locale, presso i centri di alta o altissima specializzazione del settore, di cui essa e' certamente a conoscenza e con i quali e' in contatto, non essendo pensabile lasciarte all'assistito il compito di attivarsi per individuare delle strutture''. Sulla base di questo principio, la sezione Lavoro della Cassazione (sentenza 16535 redatta dal consigliere Giancarlo D'Agostino) ha accolto il ricorso di Adriana O., una signora di Lecce cui per ben due volte i giudici avevano negato il rimborso per le cure chemioterapiche che aveva dovuto sostenere per il marito affetto da neoplasia polmonare e curato in una clinica di Wiesbaden, in Germania.
(16/11/2003 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» L'accollo
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Separazioni e divorzi davanti al sindaco
» Rapporto di lavoro: le dimissioni
In evidenza oggi
Rischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figliRischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figli
Avvocati: sanzionato chi cerca incarichi col pretesto delle condoglianzeAvvocati: sanzionato chi cerca incarichi col pretesto delle condoglianze

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF