Sei in: Home » Articoli

Ztl: non si annulla la contravvenzione solo perch la segnletica complessa e non c' il timbro sul retro

VERONA: CASSAZIONE, COMPLESSITA' SEGNALETICA NON INVALIDA VIOLAZIONI ZTL = Anche se la segnaletica stradale all'interno di un centro urbano risulta complessa, non questo un buon motivo per invalidare le contravvenzioni della polizia municipale per chi ha attraversato indebitamente i varchi elettronici della zona a traffico limitato. E non serve neppure rilevare la mancanza del timbro sul retro del cartello di divieto di transito. Non sono questi, spiega la cassazione elementi idonei per impugnare una contravvenzione. Il chiarimento arriva con la sentenza numero 5809/2012 con Cui la suprema corte ha esaminato il caso di un conducente che per ben 33 volte era entrato nell'area Ztl. L'intraprendente automobilista aveva eccepito diverse cose tra cui la carenza di segnaletica, la discordanza di due segnali successivi, la mancanza del timbro contenente il numero dell'ordinanza sindacale sul retro del cartello, la scarsa comunicazione da parte dell'Amministrazione, l'utilizzo illegittimo di un impianto non omologato, la necessita' di applicare una sola sanzione (anziche' 33) visto che il comportamento messo in atto era stato sempre il medesimo.*** Una posizione respinta dal Giudice di Pace, che in primo grado aveva rigettato il ricorso, ma accolta invece dal tribunale, al quale l'automobilista si era rivolto in appello, che aveva condannato il Comune di Verona anche al pagamento delle spese. Esaminata la sentenza e l'intera impostazione normativo-tecnologica della Zona a traffico limitato, il Comune aveva a sua volta presentato ricorso alla Cassazione. Proprio ieri la sentenza, che ha confermato la correttezza sia operativa che amministrativa della Polizia municipale e del Traffico, i due settori coinvolti nel controllo e gestione della Ztl, ha posto fine alla controversia, stabilendo che nessuno degli elementi proposti dall'automobilista poteva alleggerire la sua posizione e la sua responsabilita' in merito alle violazioni accumulate, commesse peraltro in giorni e orari diversi percio' con comportamenti altrettanto differenti. Il rispetto di tutti gli aspetti amministrativi, come omologazioni degli impianti o sussistenza dei provvedimenti amministrativi, e' stato ampiamente dimostrato dal Comune di Verona.
(17/03/2012 - N.R.)
In evidenza oggi:
» Conto corrente: i limiti al pignoramento delle somme versate dall'Inps
» Mantenimento non dovuto al figlio che non vuole lavorare
» Riforma pensioni 2019
» Alimenti ritirati dal ministero della Salute: la lista aggiornata
» S al pernotto dal pap anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss