Sei in: Home » Articoli

Cassazione civile: no all'assegnazione della casa delle vacanze al coniuge affidatario

Appartamento sul mare
Al coniuge affidatario dei figli non spetta la casa delle vacanze in quanto rileva solo l'abitazione “principale” ovvero l'abitazione in cui si svolgeva la via della famiglia. A dirlo è una recente sentenza della Cassazione (la n. 14553) depositata il 4 luglio 2011. In particolare, i giudici di legittimità hanno spiegato che “la casa usata per le vacanze non può essere assegnata dal giudice al coniuge affidatario dei figli. Infatti, al fine dell'assegnazione ad uno dei coniugi separati o divorziati della casa familiare, nella quale questi abiti con un figlio maggiorenne, occorre che si tratti della stessa abitazione in cui si svolgeva la vita della famiglia allorchè essa era unita, ed inoltre che il figlio convivente versi, senza colpa, in condizione di non autosufficienza economica”.
Vai alla pagina per scaricare il testo integrale della sentenza 14553/2011
(05/07/2011 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Milleproroghe: ok Senato, è legge
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss