Ancora una volta la Corte di Cassazione torna a pronunciarsi in tema di "vacanze rovinate". Questa volta nel mirino di Piazza Cavour ci sono i divertimenti pericolosi messi a disposizione dell'albergo in cui si alloggia. Secondo la Corte (Sentenza n. 25396/2009) in caso di danni il tour operator è tenuto a risarcire il cliente. Come spiegano gli Ermellini, chi organizza il viaggio non ha solo il compito di garantire vitto e alloggio ma deve anche controllare le "modalita' dell'esecuzione della prestazione anche in ordine ad aspetti dell'attivita' del gestore dei servizi (albergatore) esulanti dalle promesse caratteristiche del viaggio". La decisione è della terza sezione civile che ha dato ragione a una signora torinese che nei precedenti gradi di giudizio si era vista negare il risaricmento per i danni che aveva riportato durante una vacanza nello Zanzibar per il morso di una scimmietta che era tenuta nell'albergo per far divertire i clienti.

Altre informazioni su questa sentenza
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: