"Qualora nel fascicolo di parte non venga rinvenuta la nota spese e manchi l'annotazione del cancelliere, il deposito deve considerarsi privo di dimostrazione e come non effettuato, e il Giudice di Pace, nel liquidare le spese processuali, non deve tenere conto di altre indicazioni che non quelle desumibili dagli atti di causa". Si è espressa così la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent n. 2548/07) precisando che "per l'art. 311 c.p.c. il procedimento davanti al Giudice di Pace è retto dalle norme relative al procedimento davanti al Tribunale in composizione monocratica sicché" trovano "applicazione davanti a questo giudizio gli art. 74 e 75 del cod. proc. civ.".

Condividi
Feedback

(27/08/2007 - Avv.Francesca Romanelli)
In evidenza oggi: