L'obbligo vaccinale Covid è stato introdotto dal legislatore italiano per alcune categorie di lavoratori e per gli over 50 a seguito della pandemia da Coronavirus

Obbligo vaccinale per gli over 50

[Torna su]

Nell'ultimo periodo si parla molto di obbligo vaccinale, finendo però spesso con il fare confusione a causa dei cambiamenti frequenti delle regole. Il decreto legge del 7 gennaio 2022 n. 1 prevede misure di difesa dal virus compresa l'estensione dell'obbligo vaccinale agli ultracinquantenni.

A partire dal 15 febbraio per tutte le persone che superano i cinquant'anni di età è previsto l'obbligo vaccinale.
L'obbligo non dipende dal fatto che i destinatari abbiano un lavoro o meno, esso scatta in base all'età, quindi anche chi è disoccupato o lavora da casa dovrà sottoporsi alla somministrazione.
Per tutti coloro che dovessero decidere di evitare la somministrazione del vaccino è prevista una multa di 100 euro che verrà erogata automaticamente e spedita al domicilio della persona dall'Agenzia delle Entrate, osservando ed unendo i dati della popolazione residente e quelli dell'anagrafe inerenti alle vaccinazioni.
Questo tipo di obbligo varrà fino al 15 giugno 2022.

Obbligo vaccinale per il personale sanitario

[Torna su]

Per quanto riguarda il personale sanitario la legge prevede che i lavoratori vengano sospesi dai loro incarichi e dalla percezione dello stipendio in caso di mancata vaccinazione. Le figure professionali che rientrano in questa categoria sono: i medici, gli Infermieri, i lavoratori inseriti in strutture ospedaliere o Rsa.
Queste categorie sono le uniche che vedono l'obbligo vaccinale esteso fino al 31 dicembre 2022.

Obbligo vaccinale per docenti e forze dell'ordine

[Torna su]

Le altre categorie di lavoratori che si vedono costrette a sottoporsi alla somministrazione delle tre dosi di vaccino sono: il personale scolastico ed universitario, comprensivo di docenti, presidi e personale Ata. Inoltre, anche: Carabinieri, Polizia e tutti i lavoratori che fanno parte dell'Esercito della Marina dei Vigili del Fuoco e dell'Aeronautica.
Come per gli over 50, anche per loro è prevista una sanzione di 100 euro ma, a differenza del personale sanitario, dal 1° aprile non sarà più in vigore la sospensione dal lavoro, infatti per poterlo svolgere sarà sufficiente essere muniti di green pass base ottenuto grazie ad un tampone con esito negativo.

Luoghi in cui è necessario il super green pass

[Torna su]

Nonostante i molti allentamenti recenti, per tutto il mese di aprile per poter accedere ad alcuni luoghi è ancora necessario il super green pass, che si ottiene grazie alla vaccinazione o alla guarigione da Covid.
I luoghi e gli eventi in questione sono:

  • Palazzetti dello sport al chiuso;
  • Feste come matrimoni o compleanni festeggiati in locali al chiuso;
  • Teatri e discoteche;
  • Centri sportivi e centri benessere;
  • Convegni;
  • Sale scommesse.


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: