Le tabelle millesimali indicano la quota di proprietà dei condomini e la loro comproprietà dei beni e servizi comuni

Tabelle millesimali: a cosa servono

[Torna su]

Le tabelle millesimali di proprietà indicano la quota di proprietà dei condomini e la loro comproprietà dei beni e sevizi comuni.

Vai alla guida Tabelle millesimali

La Suprema Corte ha tenuto a precisare che la loro utilità è quella di dare certezza della ripartizione delle spese comuni, potendo anche non essere presenti se i termini di maggioranza costitutiva e deliberativa vengono rispettati. (Cass. Sezioni Unite n. 18477/2010; Cass. civ. sez. II n. 3264 del 2005).

Ordunque le tabelle millesimali sono utili perchè:

  • Rappresentano le misure dei diritti di ciascun condominio;
  • Ripartiscono le spese;
  • Stabiliscono i quorum assembleari costituivi e/o deliberativi.

Tabelle millesimali tipologia

Le tabelle millesimali possono essere divise in tre categorie:

  • Contrattuali: ossia predisposte dal costruttore o dal proprietario originario
  • Assembleari: approvate dall'assemblea condominiale
  • Giudiziali: predisposte dall'Autorità Giudiziaria, nei casi in cui l'assemblea condominiale non riesca ad approvarle in mancanza di una maggioranza

Possono essere modificate e/o revisionate?

[Torna su]

È principio notorio che le tabelle millesimali possono essere modificate o revisionate.

La modifica è data dalle variazioni di consistenza delle singole unità immobiliari a seguito delle mutate condizioni dell'edificio o a circostanze sopravvenute relative alla consistenza dell'edificio o delle sue porzioni, che incidono in modo rilevante sull'originaria proporzione dei lavori (Cass. civ. 3701/1998; Cass civ. n.3001/2010)

Si ha revisione allorquando vi è un obiettiva divergenza tra il valore effettivo delle singole unità immobiliari o quando ricorrono errori essenziali che attengono alla determinazione degli elementi necessari per il calcolo del valore dei singoli appartamenti. (Cass. SS. UU. n.6222/1997 e Cass civ. 4421/2001).

L'art. 69 n. 2 disp. att. c.c., prevede che le tabelle millesimali devono essere revisionate o modificate se sono conseguenza di un errore o se risulta alterato il rapporto originario dei valori dei singoli piani o porzioni.

Tabelle millesimali difformi da quelle legali

[Torna su]

Nei casi in cui una delibera approvi delle tabelle millesimali difformi da quelle legali, la delibera è da ritenersi invalida.

Infatti come sancito dall'unanime giurisprudenza se le tabelle millesimali sono deliberate in difformità all'art 1123c.c. serve l'unanimità di tutti i condomini, pena la nullità della delibera condominiale. (Cass. civ. n. 27016 del 2011; Tribunale di Pavia n. 1117/2020; Cass. Sezioni Unite n. 18477/2010; Tribunale di Crotone n. 662/2020).


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: