Nel testo della manovra di bilancio 2022 molte le novità introdotte in materia di Superbonus

Novità Superbonus della Manovra 2022

[Torna su]

La manovra 2022 introduce alcune novità in materia di Superbonus in virtù degli emendamenti presentati e approvati dalla Commissione Permanente Programmazione Economica e Bilancio.

In attesa di sapere con certezza se le novità apportate alla disciplina del Superbonus verranno confermate, vediamo che cosa prevede il testo della manovra, nella versione attuale.

Proroga per gli impianti fotovoltaici

[Torna su]

In virtù dell'allineamento delle scadenze previste per i lavori trainati e per quelli trainanti al 31 dicembre 2022, viene prorogato il Superbonus per gli impianti fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici e per gli impianti solari fotovoltaici su strutture pertinenziali agli edifici, quando le installazioni sono eseguite congiuntamente ad uno degli interventi trainanti. La detrazione, da ripartire tra gli aventi diritto in quattro quote annuali di pari importo, spetta in relazione a spese non superiori a euro 48.000 e in ogni caso nel limite di spesa di euro 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell'impianto solare fotovoltaico.

Proroga anche per villette e unifamiliari

[Torna su]

Il Superbonus viene prorogato anche per gli interventi realizzati nelle villette e nelle unifamiliari fino al 31 dicembre 2022. Per beneficiarne non sarà necessario avere un Isee non superiore ai 25.000 euro, basterà rispettar il requisito di uno stato di avanzamento lavori non inferiore al 30% delle opere complessive da realizzare al 30 giugno 2022.

Nei Comuni terremotati fino al 2025

[Torna su]

Per sostenere le opere di ricostruzione delle zone terremotate viene disposto che, per quanto riguarda i comuni siti nei territori colpiti dagli eventi sismici che si sono verificati dal 1° aprile 2009 e dove è stato dichiarato lo stato di emergenza, il Superbonus spetta per tutte le spese sostenute fino al 31 dicembre 2025.

Barriere architettoniche e detrazione

[Torna su]

Nel decreto rilancio, dopo l'art 119 bis viene introdotto il nuovo articolo 119 ter in cui si prevede che "Ai fini della determinazione delle imposte sui redditi, ai contribuenti è riconosciuta una detrazione dall'imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per le spese documentate sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 per la realizzazione di interventi direttamente finalizzati al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti."

Detrazione che va ripartita tra gli aventi diritto in 5 quote annuali dello stesso importo nella misura del 75% delle spese sostenute e viene calcolata sui seguenti importi massimi:

  • euro 50.000 per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all'interno di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti, che dispongano di uno o più accessi autonomi dall'esterno;
  • euro 40.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari;
  • euro 30.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.

Misure anti frode e spese detraibili

[Torna su]

Previsto l'esonero dalle misure anti-frode agli interventi di edilizia libera il cui importo non supera i 10.000 euro.

Il riferimento per il computo metrico di tutte le opere eseguite sarà il prezziario DEI.

Infine, tra le spese che beneficeranno del Superbonus anche quelle sostenute per il rilascio del visto di conformità, delle attestazioni e delle asseverazioni.

Leggi anche Manovra 2022: le novità della legge di bilancio


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: