Gli usi civici sono diritti reali di godimento di natura collettiva su beni immobili, volti ad assicurare un'utilità o comunque un beneficio ai membri di una comunità
terreno agricolo con recinto

La definizione di uso civico

Tante sono le definizioni date dalla dottrina e dalla giurisprudenza agli usi civici.

Essi possono essere definiti, in generale, come diritti reali di godimento di natura collettiva su beni immobili, con il fine di assicurare un'utilità ai membri di una comunità.

L'uso civico non è soggetto a prescrizione, ne ad usucapione da parte del privato.

Vai alla guida Gli usi civici

Le categorie

Si distingue in due categorie: terre di proprietà pubblica (demanio civico) e terre di proprietà privata su cui grava un diritto di uso civico in favore della Collettività.

Un bene gravato da uso civico non può essere compravenduto, al di fuori di tassative ipotesi ex legge n. 1766/27, siccome assimilato per natura ad un bene demaniale.

Il fondo gravato da uso civico ha, infatti, la stessa finalità di uso e disponibilità collettiva propria dei beni demaniali.

I procedimenti

La legge prevede la possibilità di sanare l'illecita occupazione abusiva di un terreno gravato da uso civico da parte di un privato: lo si fa attraverso la presentazione di una domanda di legittimazione del proprio possesso, che viene approvata con provvedimento della Giunta Regionale; questo proprio perché non è possibile il ricorso all'usucapione per i beni di uso civico.

Per i terreni di proprietà privata, ancorché gravati da uso civico, la proprietà si può invece acquistare a titolo originario per intervenuta usucapione, ancorché la stessa rimanga comunque compressa dall'esistenza dell'uso civico.

L'istituto della legittimazione di un terreno determina, quindi, il trasferimento del solo diritto di proprietà sottostante, mentre per il diritto di uso civico gravante, occorre un altro procedimento, quello di affrancazione.

Con questo procedimento di affrancazione il fondo gravato viene liberato dall'uso civico a favore della comunità e il privato diventa pieno effettivo proprietario del terreno.

Quindi, concludendo: chi intende acquistare la proprietà di un bene gravato da uso civico dovrà, nel caso di terreno di proprietà demaniale, ottenere il provvedimento di legittimazione e poi l'affrancazione dall'uso civico mentre, nel caso di terreno di proprietà privata sarà sufficiente la sola affrancazione e la proprietà, di cui eventualmente non si sia già titolari, potrà essere acquistata o usucapita.


Altre informazioni?
Contatta l'Avv. Francesco Pandolfi
3286090590
mail: studiopandolfimariani@gmail.com
Francesco Pandolfi
Francesco Pandolfi | Avvocato
E-mail: francesco.pandolfi66@gmail.com - Tel: 328.6090590
Recapiti: Via Giacomo Matteotti 147, 4015 Priverno LT
Si occupa principalmente di Diritto Militare in ambito amministrativo, penale, civile e disciplinare ed и autore di numerose pubblicazioni in materia.
Altre informazioni su questo argomento? Richiedi una consulenza all'Avv. Pandolfi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: