Multe più elevate per chi lancia rifiuti e imbratta le strade o getta altre cose dai veicoli in sosta o in movimento. Lo prevede il decreto infrastrutture
uomo che getta rifiuti dal finestrino della propria auto

Decreto infrastrutture: multe più alte per strade pulite

[Torna su]

Il decreto infrastrutture, convertito con modificazioni nella legge n. 156/2021 e pubblicata sulla Gazzetta del 9 novembre 2021, innalza le sanzioni per chi assume comportamenti incivili e pericolosi come gettare cose dall'auto in sosta o in movimento o imbrattare le strade attraverso il lancio di oggetti o rifiuti, sempre dai veicoli in movimento o in sosta.

Sanzione raddoppiata per chi getta rifiuti dai veicoli

[Torna su]

La modifica interviene sull'art. 15 del Codice della Strada e precisamente su due commi che contemplano il trattamento sanzionatorio.

Il comma 3 bis d'ora poi disporrà che, chi insozzerà la strada o le sue pertinenze gettando rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in movimento sarà punito con l'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria minima di euro 216 fino alla sanzione massima euro 866, che vanno a sostituire le sanzioni precedenti fissate nella misura minima di 108 euro fino a un massimo di 433 euro.

Leggi anche Multe fino a 425 euro per chi getta rifiuti dal finestrino

Multa doppia anche per chi lancia oggetti

[Torna su]

Sanzione amministrativa raddoppiata anche per chi getterà dai veicoli in movimento qualsiasi cosa.

Il lancio di cose dai veicoli in sosta o in movimento, infatti, punito finora dal comma 3 con le sanzioni amministrative da 26 euro fino a un massimo di 52, ora viene sanzionato dal nuovo comma 3 ter, con cui si dispone che "Chiunque viola il divieto di cui al comma 1, lettera i), è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 52 ad euro 204."




Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: