Ancora divieto di festeggiamenti. Domani una riunione dei gestori dei locali da ballo che al momento anche in zona bianca restano con le piste chiuse
uomo mette cartello aperto nel negozio

Altre quattro regioni in zona bianca

[Torna su]

Con i contagi in diminuzione e la curva che scende il governo procede nell'allentamento delle misure anti covid 19. Da oggi altre quattro regioni diventano "zona bianca": dopo Sardegna, Friuli-Venezia Giulia e Molise, anche Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo. E soprattutto in zona gialla il coprifuoco inizia a mezzanotte, un'ora dopo a quanto previsto in precedenza. In mancanza di imprevisti legati alle varianti, da fine mese l'intero Paese sarà bianca. Restano però l'obbligo della mascherina e il distanziamento e sono vietati gli assembramenti. Le prossime regioni "zona bianca" saranno, dal 14 giugno, Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna e Provincia di Trento.

Coprifuoco e spostamenti

[Torna su]

Per quanto riguarda le zone gialle il coprifuoco entrerà in vigore da mezzanotte anziché dalle 23: dunque vietati quindi gli spostamenti dalle 24 alle 5. Si ricorda che invece nelle regioni bianche non c 'è più coprifuoco e gli spostamenti sono liberi, così come anche gli orari dei locali pubblici. Inoltre tra zone bianche ci si può spostare senza limiti di orario. Se lo spostamento avviene per comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità, è possibile muoversi verso ogni altra regione su tutto il territorio nazionale. Si può andare anche in zona gialla senza bisogno di giustificare il motivo, ma bisogna rispettare gli orari del coprifuoco e i limiti previsti per gli spostamenti verso le abitazioni private di amici o parenti.

Riapertura discoteche, parchi e piscine

[Torna su]

Un lumicino di speranza anche per la riapertura delle discoteche. Gli esperti sono infatti a lavoro. Anche se non si ha certezza sulla data, le sale da ballo dovrebbero ripartire il prossimo mese. Già da domani il ministero della Salute incontrerà i gestori dei locali sul tema, i cui risultati - come da protocollo - potrebbero essere riportati al ministro della Salute, Roberto Speranza, affinché possa infine valutare i tempi e i metodi più adeguati. In zona bianca riaprono anche piscine coperte, centri benessere, sale gioco, parchi a tema, centri sociali e culturali, attività che in zona gialla possono ripartire il 15 giugno o il 1° luglio.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: