Cosa dice la normativa in materia di sicurezza e quando si applica ai condomini. Vediamo cosa c'è da sapere per evitare di dover risarcire i danni
scale a spirale in un palazzo

Il quesito

Un condominio con la sola illuminazione temporizzata delle scale, ma privo della luce notturna continua di sicurezza, potrebbe essere chiamato a risarcire una persona che scendendo le scale cade trovandosi improvvisamente al buio per lo spegnimento inaspettato della luce?

La risposta dell'esperto

Cosa si intende per illuminazione di sicurezza

[Torna su]

L'illuminazione di sicurezza, conosciuta anche come illuminazione di emergenza, è un impianto di luci fisse che segnalano le vie d'uscita da una certa area e che possono essere sempre utilizzate e individuate, anche, ad esempio, quando salta la corrente.

La stessa è di norma predisposta per evitare che coloro che frequentano una certa area corrano rischi di qualsiasi natura connessi alla scarsa visibilità.

La sicurezza nei condomini

[Torna su]

Nei condomini, l'installazione di luci di sicurezza non è prevista come obbligo diretto, in quanto non c'è nessuna norma che prescrive tale adempimento all'interno dei palazzi. In generale, quindi, si tratta di una scelta discrezionale e l'assemblea potrà valutare l'opportunità di dotarsi di un simile impianto se le circostanze del caso concreto lo impongono (ad esempio, quando sono presenti barriere architettoniche).

Tuttavia, in alcuni casi l'adempimento è posto indirettamente da fonti di altra natura.

La normativa antincendio

[Torna su]

Ad esempio, il d.m. n. 268/1987, che detta le norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione, impone che gli edifici con altezza antincendio superiore a 32 metri si dotino di un sistema di illuminazione di sicurezza, che segnali adeguatamente le vie di esodo, consentendo uno sfollamento ordinato, e che sia affidabile e dotato di alimentazione autonoma.

Le luci se vi sono ascensori

[Torna su]

La norma UNI-EN 81, che si applica negli edifici muniti di ascensore, impone che "l'illuminazione naturale o artificiale, a livello del pavimento in prossimità della porta di piano, deve essere non inferiore a 50 lx in modo che l'utente possa vedere cosa succede quando apre la porta di piano per entrare in cantina, anche nel caso di mancanza di illuminazione di questa".

Lavoratori in condominio

[Torna su]

Infine, se in condominio sono presenti dei lavoratori, l'obbligo di dotarsi di illuminazione di sicurezza è imposto dal d.lgs. n. 81/2008.

Suggerisci un nuovo argomento per la rubrica: domande e risposte
Rubrica Domande e Risposte

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: