Gli Ordini hanno tempo fino al 31 luglio per pubblicare un'attestazione in merito all'assolvimento degli obblighi in materia di anticorruzione e trasparenza
Team di avvocati

Trasparenza e anticorruzione, la delibera Anac

L'Autorità nazionale anticorruzione il 4 marzo scorso ha fatto sua la delibera sull'assolvimento degli obblighi di pubblicazione, ed ha incluso anche tra i soggetti obbligati gli ordini professionali.

Adesso il Consiglio nazionale forense con la circolare n. 5 del 30 giugno 2020 ricorda che entro il prossimo 31 luglio ciascun Ordine territoriale dovrà pubblicare, nella sezione del sito web istituzionale "Amministrazione trasparente" sotto-sezione di primo livello "Controlli e rilievi sull'amministrazione", sotto-sezione di secondo livello "Organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe", una attestazione in merito all'assolvimento, di obblighi di pubblicazione in relazione a:

- Consulenti e collaboratori (art. 15 d. lgs. 33/2013);

- Bandi di concorso (art. 19 d. lgs. 33/2013);

- Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici (art. 26 e 27 d. lgs. 33/2013);

- Servizi erogati (art. 32 e solo per il SSN anche art. 41, co. 6); 5. Attività e procedimenti (art. 35 d. lgs. 33/2013);

- Informazioni ambientali (art. 40 d. lgs. 33/2013).

Cnf, le ulteriori indicazioni

In aggiunta si chiarisce che gli Ordini, secondo quanto previsto dall'art. 2, comma 2-bis, d.l. n. 101/2013, non sono tenuti a mappare il ciclo della gestione delle performance, né a dotarsi dell'Organismo Indipendente di Valutazione (OIV).

Scarica pdf circolare CNF 5/2020
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: