Arrivano in queste ore dei messaggi in cui si invita a cliccare dentro un link. Ma in realtà si tratta di un tentativo di phishing
cellulare sms id10416.png

di Gabriella Lax - Non è bastato l'attacco informatico di qualche giorno fa. I malintenzionati ci riprovano prendendo di mira, anche se indirettamente, l'Inps e, soprattutto, gli ignari utenti.

Inps, la truffa dell'sms

L'Istituto ha informato che, in queste ore, è iniziata una campagna di malware, tramite l'invio di sms che invitano a cliccare su un link per aggiornare la domanda Covid-19. L'Istituto ha prontamente informato che questi sms non sono mai stati inviati. Dunque eventuali sms che l'Inps dovesse inviare non conterranno link a siti web. L'unico link indicato è quello del sito dell'istituto ovvero: www.inps.it. L'sms è solo un tentativo di phishing ossia di "pescare" i dati dei malcapitati utenti.

Coronavirus, in arrivo le vere mail dell'Inps

A complicare le cose però c'è il fatto che tra ieri e oggi sono cominciate ad arrivare anche le vere mail dell'istituto riguardo il bonus 600 euro per le partite Iva.

Le mail arrivano dall'indirizzo inps.noreply@inps.it e comunicano che la domanda di indennità è stata ricevuta. La mail è accompagnata da un numero progressivo identificativo ed andrà conservata come una ricevuta.

In caso di ricezione dell'sms è sempre bene presentare una denuncia alla polizia postale.

Vedi anche:
- La truffa
- Articoli di approfondimento sul reato di truffa
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: