Sei in: Home » Articoli

Credito d'imposta R&S

Condividi
Seguici

Cos'è il credito d'imposta r&s, in cosa consiste e a chi si rivolge. Ecco cosa c'è da sapere per accedervi e quali vantaggi comporta
imprenditore che guarda al futuro concetto di investimento in ricerca e sviluppo

Il credito d'imposta è un credito che si vanta verso lo Stato e che può essere utilizzato per compensare dei debiti che si hanno con lo Stato stesso. Tra le varie forme di credito d'imposta vi è il credito d'imposta R&S.

  1. Credito d'imposta R&S: cos'è?
  2. Credito d'imposta R&S: in cosa consiste
  3. Credito d'imposta R&S: a chi si rivolge
  4. Come accedere al credito d'imposta R&S

Credito d'imposta R&S: cos'è?

Il credito d'imposta R&S è quello che vantano i privati che hanno sostenuto spese incrementali nei settori della ricerca e dello sviluppo.

Rientrano tra tali spese quelle per:

  • personale altamente qualificato e tecnico
  • quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio
  • contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative
  • privative industriali
  • competenze tecniche.
Il fine perseguito è quello di stimolare gli investimenti tesi a innovare processi e prodotti per garantire la competitività delle imprese.

Credito d'imposta R&S: in cosa consiste

Concretamente, il credito d'imposta R&S consiste in un credito di imposta del 50% delle spese sostenute nel periodo 2017-2020, fino a massimo 20 milioni di euro l'anno per ciascun beneficiario.

Esso può essere cumulato con altri benefici in parte analoghi, quali:

  • superammortamento
  • iperammortamento
  • nuova Sabatini
  • incentivi alla promozione delle imprese
  • incentivi agli investimenti in Start up e PMI innovative
  • patent box
  • fondo centrale di garanzia.

Credito d'imposta R&S: a chi si rivolge

Il credito d'imposta R&S è dedicato a tutti i titolari di reddito d'impresa, a prescindere da quali siano la natura giuridica e la dimensione aziendale e indipendentemente da quale sia il settore economico in cui operano.

Può trattarsi sia di imprese italiane che di imprese residenti all'estero che abbiano una stabile organizzazione sul territorio italiano.

La cosa importante è che svolgano attività di ricerca e sviluppo in proprio o su commissione da parte di imprese residenti all'estero o che commissionino attività di ricerca e sviluppo.

Come accedere al credito d'imposta R&S

L'accesso al credito d'imposta R&S è semplicissimo, perché il diritto si consegue in automatico in fase di redazione di bilancio, se si indicano le spese sostenute in tali ambiti nella dichiarazione dei redditi. E' però richiesta la documentazione contabile certificata.

(04/11/2019 - Dott.ANDREA Raffaele) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: niente iscrizione alla Cassa se si supera il reddito per un anno
» Cognome materno ai figli: oltre 54mila firme per la petizione

Newsletter f t in Rss