Sei in: Home » Articoli

Diniego rinnovo porto d'armi e legittimo affidamento del cittadino

Condividi
Seguici

Il rinnovo del porto d'armi non può essere negato alla persona che lo detiene da lungo tempo, a meno che l'Autorità non spieghi il perchè del diniego con una motivazione rafforzata
uomo dice di no con la mano
Avv. Francesco Pandolfi - Nel caso del rinnovo della licenza di porto d'armi per difesa personale l'amministrazione, se ritiene di optare per una diversa determinazione rispetto a quelle favorevoli adottate negli anni precedenti, deve dare adeguatamente conto, nella motivazione del diniego, del mutamento delle condizioni e dei presupposti di fatto e soggettivi che avevano dato luogo all'originario rilascio della licenza stessa e al suo successivo rinnovo.

Le esigenze di difesa privata

Detto in altri termini: quando le esigenze di difesa privata all'inizio sono state riconosciute esistenti, se non cambia nulla nelle circostanze di fatto poste a loro fondamento e non sopravvengono motivi ostativi all'uso dell'arma l'Amministrazione è chiamata a motivare in modo puntuale le ragioni dell'improvviso diniego, evidenziando perchè gli elementi in precedenza ritenuti sufficienti a giustificare il titolo non lo sono più, oppure quale diversa ponderazione sia stata fatta tra l'interesse privato alla difesa e l'interesse pubblico al contenimento del numero delle armi in circolazione sul territorio.

Il criterio elaborato dalla giurisprudenza

A ben vedere si tratta di un criterio giurisprudenziale assolutamente logico elaborato dal Consiglio di Stato, che tuttavia taluni tribunali italiani hanno faticato a recepire in occasione di alcune sentenze.

Va detto però che, per esempio, il Tar per il Veneto si è pronunciato egregiamente sulla questione, accogliendo con la sentenza n. 811/2019 il ricorso presentato da una persona per l'annullamento del decreto prefettizio con il quale è stata respinta l'istanza di rinnovo per il rilascio di pistola per uso personale.



Altre informazioni?
Avv. Francesco Pandolfi
3286090590
avvfrancesco.pandolfi66@gmail.com
Francesco Pandolfi
E-mail: francesco.pandolfi66@gmail.com - Tel: 328.6090590
Recapiti: Via Giacomo Matteotti 147, 4015 Priverno LT
Si occupa principalmente di Diritto Militare in ambito amministrativo, penale, civile e disciplinare ed и autore di numerose pubblicazioni in materia.
Altre informazioni su questo argomento? Richiedi una consulenza all'Avv. Pandolfi
(14/08/2019 - Avv.Francesco Pandolfi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Incidenti stradali: aumenta il danno biologico
» Fino a tre anni di prigione per chi offende il prof
» Il testo del codice di procedura penale aggiornato. Anche in formato PDF
» Online la versione aggiornata del codice penale. Anche in PDF
» Guidare un natante senza patente nautica: ecco tutte le regole

Newsletter f t in Rss