Sei in: Home » Articoli

Rinnovo porto d'armi e condanna prescritta per reati fiscali

Condividi
Seguici

Nel caso in cui l'Amministrazione intendesse respingere il rinnovo della licenza di porto d'arma per difesa privata, il reato contestato deve essere attinente a specifici abusi nell'uso di armi
pistola scarica con proiettili a fianco
Avv. Francesco Pandolfi - Viene presentata un'istanza per ottenere il rinnovo della licenza di porto d'armi per difesa personale e il Prefetto la respinge, in quanto la persona interessata pare che non abbia i requisiti di affidabilità e buona condotta in ragione di una condanna in primo grado alla pena di anni 1 di reclusione, con pena sospesa, per reati fiscali.

  1. Il caso
  2. La decisione
  3. In pratica

Il caso

In sede di ricorso amministrativo avverso il diniego dell'amministrazione, il Tar Parma espone il suo parere accogliendo la lamentela dell'interessato per mezzo della sentenza n. 76/2019.

Durante il percorso della causa amministrativa, la causa penale si chiude con una sentenza di archiviazione per intervenuta prescrizione.

La decisione

Ebbene, il Collegio del tribunale amministrativo si limita semplicemente a rilevare che non ogni condanna comporta una ripercussione immediata sul versante amministrativo della licenza per il porto d'armi.
Si tratta, in effetti, di individuare quelle sole condanne e quei soli reati che siano in qualche modo significativi affinché si possa realmente considerare incrinata l'affidabilità e la buona condotta.

Ora, la condanna a suo tempo riportata dalla persona nel caso della sentenza 76/19, non rientra nelle tassative norme del T.u.l.p.s. che inibiscono il rilascio della licenza.

In pratica

Quando il provvedimento dell'amministrazione è carente nella motivazione e, soprattutto, l'inaffidabilità del ricorrente viene desunta dal solo dato storico della sentenza di condanna, il diniego è annullabile mediante ricorso al Tar.



Altre informazioni?
Avv. Francesco Pandolfi
3286090590
avvfrancesco.pandolfi66@gmail.com
Francesco Pandolfi
E-mail: francesco.pandolfi66@gmail.com - Tel: 328.6090590
Recapiti: Via Giacomo Matteotti 147, 4015 Priverno LT
Si occupa principalmente di Diritto Militare in ambito amministrativo, penale, civile e disciplinare ed и autore di numerose pubblicazioni in materia.
Altre informazioni su questo argomento? Richiedi una consulenza all'Avv. Pandolfi
(13/08/2019 - Avv.Francesco Pandolfi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Bollo auto 2020: le novità in arrivo
» Riforma del processo civile: ok del Governo

Newsletter f t in Rss