Sei in: Home » Articoli

Tso: conseguenze

Condividi
Seguici

Il Tso dà il via a un trattamento la cui durata è, di norma, pari a sette giorni. Esso può essere disposto solo in presenza delle condizioni di legge
ambulanza che corre

di Valeria Zeppilli - Il TSO, trattamento sanitario obbligatorio, consiste nel ricovero forzato di un soggetto con patologia psichiatrica, attuato nel caso in cui lo stesso rifiuti le cure ma risulti pericoloso sia per se stesso che per la comunità.

  1. Cos'è il TSO
  2. Le conseguenze del TSO

Cos'è il TSO

Il trattamento sanitario obbligatorio va contro il principio di libertà delle cure e, per tale ragione, esso rappresenta un'eccezione e può essere disposto solo in casi straordinari, ovverosia quando vi sia la seria necessità di tutelare la salute e la sicurezza del soggetto sottoposto al trattamento e dei terzi.

La disciplina specifica e rigorosa del TSO, che ne regola dettagliatamente l'esecuzione, è contenuta nella legge numero 833/1978.

Per approfondimenti vai alla guida Il trattamento sanitario obbligatorio (TSO)

Le conseguenze del TSO

Una volta disposto il TSO, con ordinanza emanata dal sindaco, il trattamento si protrae, per legge, per sette giorni, durante i quali il paziente è sottoposto a tutte le cure necessarie per la sua salute psichica e la sua incolumità.

Proroga o revoca del TSO

Tuttavia, è possibile che il trattamento venga prorogato, su richiesta motivata del sanitario responsabile rivolta al sindaco, che dovrà poi informare il giudice tutelare per la proroga.

È anche possibile che, successivamente al TSO, lo stesso venga revocato o modificato, tenendo conto di tutte le valutazioni circa la necessità e la praticabilità del trattamento.

Gli obiettivi del trattamento, e quindi le conseguenze dello stesso, devono essere quelli della soluzione dell'emergenza e anche del miglioramento delle condizioni di salute mentale del paziente.


Leggi anche:

- TSO per tossicodipendenti

- TSO per minorenni

- TSO anoressia

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(08/06/2019 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Abolire l'ora di religione e sostituirla con educazione civica
» Bollette luce e gas: le novità da luglio
» Quattordicesima 2019, quando arriva e a quanto ammonta
» Minaccia aggravata per chi insulta l'amministratore di condominio
» Bollette luce e gas: le novit da luglio

Newsletter f t in Rss