Sei in: Home » Articoli

Gratuito patrocinio: ricorso inammissibile? L'avvocato lavora gratis

La legge di conversione del decreto sicurezza conferma la disposizione che annulla il compenso dell'avvocato in caso di impugnazione inammissibile
taglio con forbici giganti

di Valeria Zeppilli - Il decreto sicurezza (d.l. n. 113/2018) è stato convertito in legge e, con esso, anche le disposizioni che modificano il TU spese di giustizia.

  1. Addio al compenso
  2. Consulenze irrilevanti
  3. Portata della riforma

Addio al compenso

In particolare, il nuovo articolo 130-bis del d.p.r. n. 115/2002 stabilisce che, se l'impugnazione proposta è inammissibile, l'avvocato che presta la sua opera in regime di gratuito patrocinio perde il diritto al compenso.

Lo Stato, insomma, non pagherà più nulla al legale per conto dell'assistito se la sua impugnazione subirà una declaratoria di inammissibilità.

Consulenze irrilevanti

In virtù della recente riforma, lo Stato non rimborserà più neanche le consulenze tecniche di parte che, quando l'incarico è stato conferito, risultavano irrilevanti o superflue ai fini della prova.

Portata della riforma

La nuova norma, confermata in sede di conversione del decreto sicurezza, ha una portata molto ampia. Preannunciata come un limite al ricorso al gratuito patrocinio da parte dei migranti, in realtà non è affatto limitata a tale aspetto ma produce conseguenze su tutto il contenzioso civile.

Proprio per tale ragione, è stata subito sommersa da critiche provenienti da più fronti, in primis quello dell'avvocatura, che si è sentita di nuovo duramente colpita dalle scelte del legislatore. Nonostante ciò, l'approvazione della legge di conversione del decreto sicurezza ha confermato la norma, lasciandola immutata.

Leggi anche Decreto sicurezza è legge

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed � dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche � Diritto del lavoro presso l'Universit� 'G. D'Annunzio' di Chieti � Pescara
(02/12/2018 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Cassazione: bigenitorialità non vuol dire tempi uguali coi figli
» L'avvocato diventa sempre più "fashion"
» Addio a WhatsApp e Telegram, arriva Dostupno
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» L'avvocato diventa sempre pi "fashion"
Newsletter f g+ t in Rss