Sei in: Home » Articoli

Fatturazione elettronica: come funziona l'app gratuita

Con l'applicazione dell'Agenzia delle entrate 'FATTURAe' si potranno disporre le e-fatture in maniera veloce e sicura, grazie all'acquisizione automatica, tramite QR-Code, delle informazioni
fatturazione elettronica

di Gabriella Lax - Disporre le fatture elettroniche in maniera veloce e sicura, grazie all'acquisizione automatica, tramite QR-Code, delle informazioni anagrafiche del cliente con partita Iva.

Fatturazione elettronica, l'app gratuita delle Entrate

Dal 29 giugno è possibile grazie ad un servizio messo a disposizione dall'agenzia delle Entrate: si chiama 'FATTURAe' ed è già disponibile sugli store, l'app che consentirà un avvicinamento rapido e indolore all'utilizzo della fattura elettronica fissato, quasi per tutti i contribuenti, il 1° gennaio 2019. Perché se è vero, da un lato, che fattura elettronica sui carburanti, stabilita inizialmente a decorrere dal primo luglio 2018, è slittata al prossimo 1 gennaio 2019, dall'altro è possibile che ci siano volenterosi contribuenti pionieri per la sperimentazione del nuovo sistema di fatturazione. Dunque, come precisa il Fisco, ferma la possibilità di emettere, dal primo luglio 2018, la fattura elettronica per gli operatori del settore che intendano adottare da subito questa modalità.

Fisco, come funziona FATTURAe

La nuova app, realizzata in collaborazione con il partner tecnologico Sogei, consentirà di emettere gestire e conservare le fatture elettroniche anche in mobilità. Quindi titolari di partita Iva, in possesso delle credenziali Entratel, Fisconline o Spid, potranno predisporre e inviare le fatture elettroniche al Sistema di Interscambio. Grazie ad una procedura guidata, l'applicazione porterà l'utente a predisporre una fattura ordinaria o semplificata tra privati o una fattura verso la Pa. Per agevolare il più possibile l'operatività nei casi di cessione di carburante, consente inoltre di scegliere un modello di fattura ad hoc. L'applicazione è già in uso per i sistemi Android e, molto presto, lo sarà anche per quelli iOS. I contribuenti potranno usare anche la piattaforma web "Fatture e Corrispettivi" per inviare, ricevere (tramite SdI) e conservare (dopo aver sottoscritto apposito accordo online) le fatture elettroniche con le nuove regole tecniche, oltre che di acquisire il QR-Code del cliente.

Al via anche il pacchetto software da scaricare sul pc per predisporre le e-fatture anche se non si è connessi a internet.

(04/07/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Successioni: dal 1° gennaio 2019 solo online
» Assegno mantenimento figli naturali: quale reato per chi non lo versa?
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato
» Bollette gas: dal 1 gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Cane senza guinzaglio nel cortile del condominio: cosa si rischia

Newsletter f g+ t in Rss