Sei in: Home » Articoli

Cassazione: sì al fermo sull'auto usata per lavoro

I limiti al pignoramento posti dall'art. 515 c.p.c. valgono solo per l'espropriazione forzata e non riguardano il fermo amministrativo di beni mobili registrati
Auto con sovrapposto un lucchetto

di Valeria Zeppilli – Nel porre dei limiti al pignoramento di determinati beni, l'articolo 515 del codice di procedura civile limita la sua portata alla fase dell'esecuzione forzata di un determinato credito. Di conseguenza, come affermato anche dalla Corte di cassazione con l'ordinanza numero 3174/2018 (qui sotto allegata), tale norma non riguarda il fermo amministrativo di beni mobili registrati previsto dall'articolo 86 del decreto del Presidente della Repubblica numero 602/1973, poiché questo ha natura non di atto di espropriazione forzata ma di procedura a questa alternativa.

Fermo auto aziendale

La vicenda decisa recentemente dalla sezione tributaria riguardava la comunicazione di fermo amministrativo di due autovetture appartenenti a una società, notificata dal concessionario della riscossione a seguito dell'emissione di due cartelle di pagamento per omesso versamento Irap e Iva.

La società aveva proposto ricorso contro la comunicazione di fermo amministrativo, ma le sue doglianze erano state rigettate sia dalla CTP che dalla CTR e ora hanno trovato anche lo stop della Cassazione: i tentativi di limitare il pignoramento delle autovetture al quinto del loro valore, in quanto strumenti indispensabili per l'esercizio del mestiere del debitore, sono cadute nel nulla. Per i giudici, come visto sopra, una cosa è il fermo, un'altra cosa è l'espropriazione forzata.

Corte di cassazione testo ordinanza numero 3174/2018
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(12/02/2018 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Avvocati: perché portano la toga nera?
» Avvocati matrimonialisti, boom di matrimoni tra over70 e badanti
» Processo civile telematico: serve l'attestazione di conformità per la copia cartacea della notifica via Pec
» Avvocati: dal 1° marzo comunicazione telematica per gli adempimenti di lavoro
» Divorzio: quando la moglie deve restituire il 50% delle rate del mutuo pagate per intero dal marito?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss