Sei in: Home » Articoli

Militari: il rapporto informativo

In sintesi, i principi giurisprudenziali in materia di rapporto informativo
Militare esercito soldato Armi
Avv. Francesco Pandolfi -- Una domanda che spesso si propone su questo argomento è quella riferita al fatto se, in sede di valutazione del servizio reso dal militare, i giudizi possano variare di anno in anno.

Il rapporto informativo

Ebbene, stando a principi giurisprudenziali che possiamo ormai dire consolidati, in occasione di valutazione del servizio reso dal militare o dal personale della Polizia di Stato in un dato periodo da prendere in considerazione per la stesura del rapporto informativo, è cosa certa che l'Amministrazione disponga di potere discrezionale, diciamo pure abbastanza ampio.
Le sentenze ci dicono però che questo potere, certamente caratterizzato da ampia latitudine, non è sconfinato, nel senso che il suo esercizio può o potrebbe essere controllato dal giudice amministrativo sotto il profilo della manifesta illogicità e del difetto di motivazione.
Sono elementi che indicheremo analiticamente di qui a poco.
In generale diciamo subito che si tratta di giudizi analitici e complessivi che possono anche variare di anno in anno.
Ma passiamo dunque a vedere qualche dettaglio, al fine di comprendere la natura e i tratti essenziali del rapporto informativo in relazione all'esercizio della discrezionalità amministrativa.
Gli elementi da segnalare in sintesi sono questi:

1) l'Amministrazione dispone di ampio potere discrezionale,

2) l'esercizio di questo potere è ampio ma non illimitato,

3) il controllo del Giudice sull'esercizio di tale potere si estende ai casi di illogicità della motivazione, difetto di motivazione, carenza di presupposti, irragionevolezza,

4) i giudizi analitici e complessivi possono variare di anno in anno,

5) nel caso in cui vi sia una notevole caduta di punteggio e l'oscillazione dei coefficienti non si mantenga entro certi limiti, è necessaria un'adeguata motivazione,

6) i rapporti informativi annuali del personale statale godono del carattere della piena autonomia tra di loro,

7) eventuali punteggi diversificati possono essere visti come un'evenienza fisiologica, ragion per cui è tendenzialmente esclusa una loro contraddittorietà.

In pratica

L'attacco critico che si può muovere in causa contro il rapporto informativo deve essere mirato, nel senso che il documento sarà criticabile nei casi di illogicità della motivazione, difetto di motivazione, carenza di presupposti e irragionevolezza, tenendo sempre conto dei limiti sopra descritti.
Altre informazioni su questo argomento?
Contatta l'avv. Francesco Pandolfi
3286090590
francesco.pandolfi66@gmail.com
Francesco Pandolfi
E-mail: francesco.pandolfi66@gmail.com - Tel: 328.6090590
Recapiti: Via Giacomo Matteotti 147, 4015 Priverno LT
Si occupa principalmente di Diritto Militare in ambito amministrativo, penale, civile e disciplinare ed è autore di numerose pubblicazioni in materia.
Altre informazioni su questo argomento? Richiedi una consulenza all'Avv. Pandolfi
(13/07/2017 - Avv.Francesco Pandolfi)
In evidenza oggi:
» Avvocati: cosa non va detto al collega per non rischiare una sanzione
» Telefonino alla guida: al vaglio il ritiro della patente
» Usura e restituzione degli interessi del mutuo
» Malattie professionali: quali sono riconosciute dall'Inail
» Fisco pignora 300mila euro: Codacons a rischio chiusura

Newsletter f g+ t in Rss