Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Gomme invernali: dopo il 15 maggio multe fino a 1.682 euro

Scatta la sanzione se gli pneumatici hanno indice inferiore rispetto a quello indicato sul libretto
pneumatico auto su autostrada
di Lucia Izzo - Anche per le automobili è arrivato il momento del "cambio di stagione" e della sostituzione degli pneumatici invernali con quelli estivi o comunque indicati per tutte le stagioni.

La direttiva n. 1058 del 16 gennaio 2013 emanata dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, infatti, ha uniformato il periodo in cui si prescrive l'obbligo delle "dotazioni invernali", dal 15 novembre al 15 aprile (per approfondimenti: Gomme da neve: multe fino a 335 euro per chi non si adegua), con un mese di tolleranza sia prima che dopo concesso dallo stesso Ministero in una successiva circolare nel 2014.

Va rammentato che, nonostante l'obbligo sia previsto ufficialmente, in alcune regioni con condizioni climatiche particolari il periodo di decorrenza dell'obbligo potrebbe anche essere stato modificato temporalmente da ordinanze locali.

In via generale, dopo il 15 maggio o altro periodo fissato dalla normativa locale, nessuna scusa per gli automobilisti non in regola: ciononostante, la sostituzione con gli pneumatici estivi non è obbligatoria, ma solo a condizione che le gomme già presenti dall'inverno abbiano un indice di velocità uguale o superiore a quello indicato sulla carta di circolazione. 

Se, invece, gli pneumatici hanno un indice di velocità inferiore a quello prescritto, il loro uso è ammesso solo nel periodo invernale con l'obbligo di sostituirli in seguito. È la legge, infatti, a prevedere che le gomme invernali abbiano indice di velocità inferiore rispetto a quello indicato sul libretto dell'auto, fatto salvo l'obbligo di sostituzione con quelle aventi indice corretto scaduto il periodo.

Gomme invernali in estate? Le sanzioni

L'automobilista che venga trovato a circolare nel periodo tra metà maggio e ottobre con gomme invernali aventi indice inferiore rispetto a quello indicato sul libretto, rischia una sanzione amministrativa da 422 a 1.682 euro, oltre alla sanzione accessoria del ritiro del libretto di circolazione.

Se quindi, da un lato, si consiglia di acquistare gomme invernali aventi indice di velocità uguale o superiore a quello indicato sulla carta di circolazione (da utilizzare tutto l'anno senza rischi), dall'altro l'uso di tali pneumatici è comunque sconsigliato nel periodo estivo, in quanto le alte temperature logorano velocemente l battistrada e le prestazioni, quindi la sicurezza, possono essere compromesse.

A prescindere, quindi, dalle norme e dalle relative sanzioni, si suggerisce di adeguare sempre le gomme alle condizioni stradali, influenzate dal clima, così da garantire al veicolo una maggiore aderenza, massimizzandone le prestazioni e la sicurezza.
(28/04/2017 - Lucia Izzo) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Divorzio: niente assegno alla ex che da separata conduce una vita dignitosa
» Avvocati: è necessario cancellarsi dall'albo per andare in pensione
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in più?
» Il disconoscimento di paternità - guida con fac-simile
» La messa alla prova


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF