Sei in: Home » Articoli

Quali agevolazioni spettano ai disabili per l'acquisto di auto?

Sono previste la detrazione Irpef del 19%, l'Iva agevolata al 4% e l'esenzione dal pagamento del bollo e dell'imposta sui passaggio di proprietÓ
disabile che si mette alla guida

Domanda: "Quali agevolazioni sono riservate ai disabili per l'acquisto di auto e a che condizioni?"

Risposta: "Il nostro ordinamento riconosce ai disabili numerosi benefici per l'acquisto di determinati veicoli.

Prima di analizzare nel dettaglio quali sono i predetti benefici, Ŕ opportuno chiarire quali sono i soggetti che ne possono effettivamente beneficiare e quali i veicoli agevolabili, limitandoci alle autovetture.

Le agevolazioni, in particolare, sono riservate solo ai non vedenti, ai non udenti e ai disabili con handicap psichico o mentale titolari dell'indennitÓ di accompagnamento o con grave limitazione della capacitÓ di deambulazione o affetti da pluriamputazioni o, infine, con ridotte o impedite capacitÓ motorie.

Le autovetture in generale agevolabili, invece, sono quelle destinate al trasporto di persone aventi al massimo nove posti, compreso quello del conducente.

Ci˛ premesso, vediamo nel dettaglio di quali benefici possono godere i predetti soggetti per l'acquisto di automobili.

Innanzitutto, ad essi spetta la detrazione dell'Irpef per una percentuale pari al 19% del costo del veicolo (il quale deve essere utilizzato in via esclusiva o prevalente a beneficio del disabile). Di tale agevolazione pu˛ godersi per un solo veicolo nel corso di un quadriennio a partire dalla data di acquisto e con riferimento a una spesa massima pari a 18.075,99 euro.

In tale importo vanno ricomprese, oltre al costo di acquisto, anche le spese di manutenzione straordinaria, mentre la detrazione non riguarda le spese di manutenzione ordinaria nÚ i costi di esercizio (come carburante o premio assicurativo).

Della detrazione pu˛ usufruirsi sia interamente nell'anno di acquisto che in maniera ripartita in quattro quote annuali di pari importo.

Un'altra importante agevolazione riservata ai disabili per l'acquisto di autovetture nuove o usate (e, contestualmente, anche degli optional) Ŕ l'applicazione dell'Iva agevolata al 4%.

Essa non conosce limiti di valore e pu˛ essere applicata una sola volta nel corso di quattro anni a partire dalla data di acquisto.

Tale agevolazione, tuttavia, non spetta per tutti gli acquisti ma solo per quelli di auto fino a 2.000 o fino a 2.800 centrimetri cubici, a seconda che il motore sia a benzina o diesel.

Sempre entro tali limiti di cilindrata, le auto intestate al disabile o a un familiare del quale questi Ŕ fiscalmente a carico non sono assoggettate al cd. bollo.

Infine, con riferimento ai veicoli destinati al trasporto o alla guida di disabili (tranne che di non vedenti e sordi), al momento della registrazione dei relativi passaggi di proprietÓ o di prima iscrizione al PRA non Ŕ necessario pagare l'imposta generalmente richiesta dal nostro ordinamento.

Tale agevolazione spetta anche se le auto sono intestate non direttamente al disabile ma ad un familiare del quale egli sia fiscalmente a carico".

Leggi anche "L'acquisto dell'auto con la legge 104"

Suggerisci un nuovo argomento per la rubrica: domande e risposte
Rubrica Domande e Risposte

(31/12/2016 - Domande e Risposte) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Processo civile: nullo il giudizio se l'atto introduttivo Ŕ notificato in maniera incompleta
» Diritto all'immagine: scatta il risarcimento per la foto pubblicata senza consenso
» Lavoro: da domani in vigore le nuove regole sulle visite fiscali
» EreditÓ: la ripartizione dei debiti tra gli eredi
» CTU: la consulenza tecnica d'ufficio nel processo civile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss