Sei in: Home » Articoli

Corsi di formazione per diventare 'bravi genitori': la proposta di legge

In allegato il ddl presentato da undici senatori per informare i genitori sulle responsabilità connesse al loro ruolo
padre allatta id9117

di Laura Tirloni - Un tempo c'erano i consigli delle nonne e delle mamme, poi hanno fatto ingresso sul mercato i libri, le guide e i manuali (ormai ce ne sono a migliaia). Ora si parla addirittura di un corso di formazione per diventare 'buoni genitori'. Sono infatti undici i parlamentari, con un asse tra Area Popolare, Pd e gruppo misto, che hanno avanzato la proposta di istituire, per legge, un percorso formativo con l'obiettivo di accompagnare i novelli genitori e informarli sulle responsabilità connesse alla loro inedita funzione.

Il disegno di legge (qui sotto allegato), che è stato presentato dalla senatrice del Pd Venera Padua e sottoscritto, tra gli altri, dai parlamentari Josefa Idem, Serenella Fucksia e Gianpiero Dalla Zuanna, prende avvio dall'idea che l'esperienza dell'essere genitori cambia inevitabilmente l'esistenza di una persona.

Ma anche e soprattutto che le modalità di essere madre e padre, gli stili comunicativi e i fattori relazionali, vanno modificati nel tempo e adattati alle varie fasi di crescita dei figli.

E' proprio la particolare complessità di questo ruolo ad aver ispirato la proposta di legge per istituire misure di sostegno volte ad informare sui precisi doveri e sulle responsabilità connessi alla funzione genitoriale.

Secondo quanto recita l'articolo 1 del disegno di legge, le linee guida ai fini dello svolgimento di attività di formazione sono emanate dal ministro dell'Istruzione e contengono le norme generali per l'attuazione dell'attività formativa, con particolare attenzione alle periferie urbane.

L'obiettivo sarà quello di fornire ai genitori precise competenze legate alle differenti fasi di sviluppo dei figli per ogni fascia d'età, anche attraverso la diffusione di metodi e strumenti basati sulle più recenti e accreditate evidenze scientifiche disponibili.

Le attività formative dovranno essere attuate da Città metropolitane e Comuni, anche facendo ricorso a singole associazioni e organizzazioni che operano nel settore psico-pedagogico.

Saranno inoltre gli stessi enti a dover individuare le sedi specifiche in cui tenere i corsi di formazione riguardo alla responsabilità genitoriale, che potranno tenersi anche presso le scuole e le università.

Se la legge verrà approvata, i genitori potranno usufruire di qualche informazione e strumento in più per portare avanti quello che da sempre è considerato il lavoro più difficile, ma anche il più affascinante, del mondo.




Ddl genitori
(17/08/2016 - Laura Tirloni)
In evidenza oggi:
» Mense e scuole senza menu vegano? In arrivo multe fino a 18mila euro
» Reato di invasione di edifici: in arrivo multe fino a 2mila euro
» La data certa
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Responsabilità medica nella chirurgia estetica

Newsletter f g+ t in Rss