Sei in: Home » Articoli

Vaccini obbligatori all'asilo: ecco la legge

Il primo progetto di legge italiano per il rispetto delle vaccinazioni obbligatorie è stato presentato dalla Regione Emilia Romagna
bambino viene vaccinato in ospedale

di Marina Crisafi – All'asilo nido potranno accedere solo bimbi vaccinati. Questo succederà in Emilia dove la proposta regionale che ha sollevato un acceso dibattito nei mesi scorsi è diventata un progetto di legge illustrato in conferenza stampa ieri dal governatore Stefano Bonaccini e dagli assessori al welfare, Elisabetta Gualmini e alla sanità, Sergio Venturi.

La nuova legge, relativa ai servizi educativi 0-3 anni, che sarà presentata lunedì prossimo in giunta regionale, introduce il rispetto dell'obbligo di vaccinazione obbligatoria, che diventerà vincolo per l'ammissione agli asili nido della regione.

Secondo l'art. 6 del pdl, chi si iscriverà nei servizi educativi della Regione dovrà avere il libretto delle vacinazioni in regola almeno per quanto riguarda difterite, tetano, poliomielite ed epatite B.

"Nell'introdurre l'obbligatorietà dei vaccini non vogliamo essere dirigisti, agiamo perché abbiamo a cuore la salute dei nostri bambini", ha dichiarato Bonaccini. "I vaccini sono la tecnologia sanitaria più sicura che l'uomo abbia mai inventato" ha seguito a ruota Venturi. "E' importante che la copertura vaccinale torni ad essere superiore al 95%, è il segnale che non ci saranno nuovi malati".

Il vincolo dovrebbe scattare a partire dalle iscrizioni del 2017, per l'anno in corso, la proposta della Regione ha previsto un periodo transitorio per mettersi in regola.

(03/07/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Processo civile: nullo il giudizio se l'atto introduttivo è notificato in maniera incompleta
» Diritto all'immagine: scatta il risarcimento per la foto pubblicata senza consenso
» Lavoro: da domani in vigore le nuove regole sulle visite fiscali
» Eredità: la ripartizione dei debiti tra gli eredi
» CTU: la consulenza tecnica d'ufficio nel processo civile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss