Sei in: Home » Articoli

Facebook: "Tutto quello che avete postato diventa pubblico". ╚ una bufala!

La polizia di Stato smentisce e invita a non copiare e incollare
Illustrazione con la scritta Facebook

di Marina Crisafi ľ Se ricevete un messaggio che vi preannuncia che tutto ci˛ che avete postato su Facebook da domani diventerÓ pubblico, invitandovi a condividere non credeteci. Come avvisa la polizia di Stato sulla sua pagina "Una vita da social" si tratta dell'ennesima bufala che sta girando sui social e che sta allarmando gli utenti.

Il messaggio diffuso, dato che molti lo stanno copiando e incollando sul proprio profilo, Ŕ il seguente:

"Scadenza domani!!! Tutto quello che avete postato diventa pubblico da domani. Anche i messaggi che sono stati eliminati o le foto non autorizzate. Non costa nulla per un semplice copia e incolla, meglio prevenire che curare. Canale 13 ha parlato del cambiamento nella normativa sulla privacy di Facebook. Io non do facebook o qualsiasi entitÓ associata a facebook il permesso di usare le mie immagini, informazioni, i messaggi o i post, passato e futuro. Con questa dichiarazione, do avviso a Facebook che Ŕ severamente vietato divulgare, copiare, distribuire, trasmettere o prendere qualsiasi altra azione contro di me sulla base di questo profilo e / o il suo contenuto. Il contenuto di questo profilo Ŕ privato e le informazioni riservate. La violazione della privacy pu˛ essere punita dalla legge (UCC 1-308-1 1 308-103 e lo statuto di Roma). Nota: Facebook Ŕ ora un'entitÓ pubblica. Tutti i membri devono pubblicare una nota come questa. Se preferisci, puoi copiare e incollare questa versione. Se non pubblichi una dichiarazione almeno una volta, Sara ' tatticamente permettendo l'uso delle tue foto, cosý come le informazioni contenute negli aggiornamenti di stato di profilo. Non condivido. Copia e incolla per stare sul sicuro".

Ovviamente, c'Ŕ da stare tranquilli non essendoci nulla di vero, ma la Polizia avvisa comunque "copiando e incollando questo stato contribuirete solo a divulgare la solita ‪#‎catenadisantantonio".

(30/06/2016 - Marina Crisafi)
Le pi¨ lette:
» La responsabilitÓ oggettiva
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullitÓ della notifica via pec
» L'accollo
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
In evidenza oggi
ResponsabilitÓ medica: la prova del danno spetta al pazienteResponsabilitÓ medica: la prova del danno spetta al paziente
Rischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figliRischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figli

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF