Sei in: Home » Articoli

Assicurazioni: addio al tacito rinnovo delle polizze

Le novità contenute negli emendamenti approvati ieri al ddl Concorrenza dalla commissione industria al Senato
uomo che protegge altro uomo simbolo di assicurazione protezione

di Marina Crisafi - Una volta che la polizza assicurativa è scaduta non potrà più essere rinnovata tacitamente. Ciò riguarderà tutte le polizze del ramo danni a prescindere dalla loro tipologia. La novità è contenuta in un emendamento, a firma Bianconi (Ap-Ncd), approvato ieri al ddl concorrenza nell'ambito del lavoro di "sfoltimento" che impegna da diverso tempo la Commissione Industria al Senato.

A ricevere il via libera ieri è anche la questione degli sconti per l'Rc auto agli automobilisti virtuosi.

Grazie al sì all'emendamento dei relatori Marino (Ap-Ncd) e Tomaselli (Pd), le compagnie saranno obbligate a praticarli quando, dietro richiesta, i clienti (interessati a una nuova polizza o nel momento del rinnovo della vecchia, accetteranno: di sottoporre il loro veicolo a ispezione; di installare la scatola nera sul veicolo (o altri meccanismi elettronici che ne registrino l'attività o che ne impediscano l'avvio laddove ad esempio sia riscontrato un tasso alcolemico superiore ai limiti stabiliti ex lege).

La determinazione dello sconto, le modalità per il ricalcolo del premio e in generale la definizione dei criteri saranno invece demandate all'Ivass che adotterà apposito regolamento.

Tra le altre novità che hanno ricevuto l'ok in commissione, anche quella che prevede che le proposte di offerta degli operatori di energia elettrica o gas debbano indicare, rispettivamente, la composizione della fonte energetica utilizzata per la fornitura e la quantità di gas serra emessi.

Presentato, infine, l'emendamento (sempre a firma Marino e Tomaselli) che ha l'obiettivo di trovare una soluzione al problema delle maxi-bollette.

Secondo i presentatori, i fornitori di energia elettrica e gas dovranno obbligatoriamente rateizzarle nelle ipotesi di ritardi o interruzioni della fatturazione o di prolungata indisponibilità dei dati di consumo reali (ad es. nelle ipotesi di fatturazione su consumi stimati).

L'obbligo verrà meno soltanto nel caso in cui il conguaglio sarà attribuibile a cause dipendenti dal cliente.

Le misure necessarie per rendere effettive le ipotesi di rateizzazione dovranno essere adottate dall'Aeeg.

(01/04/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
» Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito è miliardario
In evidenza oggi
Tari: come chiedere il rimborso dal 2014Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
Condominio: l'acqua non si stacca ai morosiCondominio: l'acqua non si stacca ai morosi

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF