Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Patente: bastano tre multe per tornare a "scuola guida"

Il Tar del Veneto ricorda che non occorre aver esaurito tutti i punti: bastano 3 multe consecutive in un anno
Conducente di un auto con espressione terrorizzata

di Marina Crisafi - Forse non tutti sanno che per veder sfumare la patente, non è necessario esaurire tutti i punti a propria disposizione. Bastano, infatti, 3 multe consecutive in un anno che prevedono la decurtazione di almeno cinque punti per essere costretti a tornare a scuola guida e sostenere nuovamente l'esame di idoneità tecnica previsto per la revisione della patente.

A ricordare l'espressa previsione contenuta nel Codice della Strada (art. 126-bis, comma 6, d.lgs. n. 285/1992) è il Tar del Veneto, con la recente sentenza n. 1194/2015 (depositata l'11 novembre scorso), ammonendo, nello specifico, un conducente "recidivo" che aveva commesso tre infrazioni nell'arco dello stesso anno (relative all'obbligo di indossare la cintura di sicurezza, guida e manovre pericolose). Ma il monito vale per tutti i "trasgressori seriali" al Codice stradale.

Se è vero infatti che l'obbligo di revisione e conseguente sottoposizione all'esame di idoneità tecnica consegue alla perdita totale del punteggio di 20 punti in dotazione all'atto del rilascio della patente, è anche vero che lo stesso obbligo, come dispone il 6 comma dell'art. 126-bis Cds, consegue per chi "dopo la notifica della prima violazione che comporti una perdita di almeno cinque punti, commetta altre due violazioni non contestuali, nell'arco di dodici mesi dalla data della prima violazione, che comportino ciascuna la decurtazione di almeno cinque punti".

In tal caso, l'ufficio del dipartimento per i trasporti terrestri competente per territorio, su comunicazione dell'anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, dispone la revisione della patente. Al titolare toccherà dunque sottoporsi agli accertamenti richiesti entro trenta giorni dalla notifica del provvedimento di revisione, a pena di sospensione (e ritiro) della patente a tempo indeterminato.

(03/01/2016 - Marina Crisafi)
In evidenza oggi:
» Affido condiviso: sì a diritto di visita rigido per tutelare i figli
» Reato di invasione di edifici: in arrivo multe fino a 2mila euro
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss