Sei in: Home » Articoli

Cassazione: ai ladri italiani il furto piace "strano"

furto
In Italia il furto diventa sempre più fantasioso e i giudici della Cassazione si trovano davanti a centinaia di casi di ladri che il furto lo fanno in modo "estroso". Può sembrare normale rubare la cassa di un supermercato ma nella casistica della Cassazinoe vi sono anche ladri di 'Dash', di agnelli, di siepi da giardino, di fiamme ossidriche. Da un resoconto di Adnkronos su diverse pronunce della Corte sembra proprio che sempre piu' spesso i ladri si dimostrano "originali". Insomma il furto strano fa da padrone in molte città. A sassari si legge in una nota di Adnkronos "due trentenni, Raimondo M. e Fortunato Helton D. sono entrati in un supermercato non tanto per rubare merendine, biscotti o altri generi alimentari, bensi' per impossessarsi della cassa (inutile dire che sono stati condannati per furto aggravato dalla violenza sulle cose). Per rimanere in zona, in provincia di Cagliari, il signor Ignazio C., un giorno di marzo di due anni fa entro' a tutta velocita' con la propria auto in una macelleria.
Voleva rubare, e ci e' riuscito, i maialetti e gli agnelli esposti nella vetrina del negozio. Paghera' con quattro mesi di reclusione e un multa di 160 euro per furto aggravato". Altre informazioni su questo argomento.
Altre informazioni su questo argomento
(24/10/2010 - N.R.)
Le più lette:
» Designer e architetti: come sfruttare al meglio gli smartphone
» Abusi edilizi: arriva il "condono"
» Addio al genitore collocatario: la prima sentenza del tribunale di Lecce
» Cellulari: dal 12 giugno 4g di Tre a pagamento per tutti, come disattivarlo
» Equitalia cerca avvocati: domande entro il 27 giugno
In evidenza oggi
Vaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestàVaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestà
Divorzio: carcere per il disoccupato che non versa l'assegno alla exDivorzio: carcere per il disoccupato che non versa l'assegno alla ex
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF