Sei in: Home » Articoli

Coniuge rifiuta l'offerta di lavoro dell'ex marito? Questo rifiuto non determina la riduzione dell'assegno di mantenimento

sentenza martello
Con la sentenza 17347 depositata il 23 luglio 2010 la Corte di cassazione ha stabilito che al coniuge che rifiuta l'offerta lavorativa del suo ex compagno non può essere ridotto l'assegno di mantenimento a meno che non si riesca a provare che il lavoro offerto sia adeguato alla sua qualifica professionale. Nel caso di specie la Prima Sezione Civile, dopo aver ribadito il principio sopra enunciato ha spiegato che la sentenza di merito “ha escluso la negligenza della condotta della (donna) nel rifiutare le offerte di lavoro” infatti “il rifiuto di accettare possibilità d'impiego non può essere considerato, di per sé solo, espressione di renitenza a provvedere al proprio mantenimento”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/07/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF