Sei in: Home » Articoli

Associazione Nazionale Consumatori: no alla violazioni della privacy su Facebook

Questa volta la denuncia dell'associazione nazionale consumatori è rivolta a facebook e alle potenziali violazioni della privacy che il social network più popolare al mondo potrebbe determinare: “L'inedita funzione ‘Like' introdotta da Facebook - ha dichiarato in proposito Massimiliano Dona, Segretario generale dell'Unione Nazionale Consumatori (UNC) - deve essere supportata da una valida nota informativa che chiarisca all'utente quali dei propri dati personali rende visibili sul web se sceglie di utilizzarla. Solo così si rispetta la sua privacy”. In particolare la critica di Dona è rivolta alla nuova funzione Like e alle poche informazioni che l'utente a disposizione nel momento in cui esprime il proprio apprezzamento per un elemento.
“Il tasto – continua a spiegare Massimiliano Dona - permette di fatto di estendere l'ormai noto ‘mi piace' a tutti i siti web. Può essere inserito su qualsiasi sito e se l'utente ci clicca su può esprimere il proprio apprezzamento per un contenuto” ma “il problema -prosegue Dona - è che chi decide di utilizzare la funzione non sa che rischia di lasciare una vera e propria ‘impronta' con tanto di nome e cognome e, in alcuni casi, anche di foto. Se la preferenza per un qualsivoglia sito è espressa mentre si è connessi sul proprio ‘profilo Facebook', questa viene infatti automaticamente visualizzata anche sulla propria pagina personale creata sul social network: un automatismo del quale l'utente non è però messo adeguatamente al corrente”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/05/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» In bus senza biglietto: non scendere è reato
» Casalinga quarantenne: sì al mantenimento anche se in grado di lavorare
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF