Sei in: Home » Articoli

Se il lavoratore è assunto a tempo determinato per ragioni sostitutive, nel contratto deve essere indicato il nome del lavoratore sostituito

La Corte Costituzionale, con ordinanza n. 325 del 4 dicembre 2009, stabilisce che nel rispetto dell'art. 1 del D.Lgs. 368/2001, nel caso di lavoratore assunto con contratto a termine per soddisfare esigenze di carattere sostitutivo, devono essere indicate in contratto le ragioni della sostituzione e deve necessariamente essere indicato il nome del lavoratore da sostituire. Diversamente, il contratto di lavoro si intenderà a tempo indeterminato
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(01/03/2010 - Francesca Bertinelli)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Lavoro: statali, arriva la stretta su malattie e permessi
» Mantenimento: al via l'aiuto di Stato per l'assegno all'ex
» Animali in casa: tutte le agevolazioni fiscali
» Permessi 104: il dipendente può essere pedinato
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF