Sei in: Home » Articoli

Patto di prova : recesso e disabili

La Cassazione (sent. n. 21784/2009) torna a pronunciarsi in materia di inapplicabilità della legge sui licenziamenti individuali alla risoluzione del rapporto di lavoro in prova, anche quando quest'ultimo sia costituito con gli invalidi civili obbligatoriamente. Nell'ipotesi di patto di prova stipulato con invalido assunto in base alla legge 482/68, il recesso dell'imprenditore è sottratto alla disciplina limitativa del licenziamento individuale contenuta nella legge 604/66. Pertanto, non è richiesta la comunicazione del motivo di recesso e neppure l'onere dell'adozione della forma scritta. L'esito negativo dell'esperimento può essere contestato dal lavoratore allegando in giudizio fatti idonei a dimostrare l'illecità del motivo, quindi l'invalidità dell'atto negoziale unilaterale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(10/12/2009 - Francesca Bertinelli)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debitoEquitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
Corrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungateCorrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungate
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF