Sei in: Home » Articoli

Giustizia: nasce a Roma il primo ufficio di conciliazione

Con l'obiettivo di alleggerire il carico delle cause civili che ingolfano sempre di più i Tribunali è nato a Roma il primo ufficio di conciliazione. L'istituto sarà operativo nel resto dell'Italia a partire dal prossimo 4 gennaio 2010. Il sottosegretario alla Giustizia ha affermato che si tratta di "una soluzione positiva che dovrebbe capovolgere l'atteggiamento del cittadino e diminuire la litigiosita'". Anche per il presidente del Tribunale il nuovo istituto è "una dimostrazione dell'impegno e della fiducia del Tribunale verso la conciliazione preventiva, che puo' alleggerire effettivamente il peso e il numero delle cause". L'avvocato Sergio Scicchitano, presidente del Cdm di Lazio service, la societa' da cui proviene il personale che dovra' spiegare ai cittadini la nuova figura del mediatore ha illustrato all'ADNKRONOS il funzionamento del nuovo ufficio. "Per evitare contenziosi civili - spiega - d'ora in poi anziche' andare dal giudice si potra' andare dal conciliatore". Il punto informativo si trova al secondo piano del Tribunale civile di viale Giulio Cesare a Roma. Secondo la senatrice Casellati "si tratta di un istituto di grande importanza che segnera' un cambio di passo nel processo civile e che invita alla composizione bonaria della lite.
In questo modo il cittadino non cerchera' piu' lo scontro giudiziale".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/11/2009 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF