Sei in: Home » Articoli

Cassazione: legare fido non basta. In caso di aggressione si pagano i danni

Legare Fido al guinzaglio non basta per esimersi da responsabilitÓ in caso di aggressione. che sia un cane grande o di piccola taglia poco importa: il proprietario risponde per eventuali danni alla persona aggredita. La Cassazione (sentenza 11570/2009) ha infatti accolto il ricorso di un'anziana signora che, mentre stava per imboccare le scale della metro di Milano, veniva attaccata da un cane di piccola taglia. Il proprietario aveva legato l'animale alla barriera di ingresso della metropolitana ma ci˛ non Ŕ bastato ad evitare il danno e la signora Ŕ caduta a terra riportando lesioni. Il caso finiva in tribunale dove per˛ alla signora veniva negato il risarcimento richiesto. Stessa sentenza in Appello dove i magistrati hanno sostenuto che la donna avrebbe dovuto accorgersi del cane legato alla barriera di ingresso della metro e quindi lasciare il corrimano e scegliere "altre agevoli e valide alternative idonee a scongiurare l'eventualita' di accadimenti dannosi". La suprema Corte ribaltando il verdetto ha osservato che la motivazione dei giudici di merito "non regge sotto il profilo logico perche' attribuire ad una persona, per giunta anziana, di non essersela sentita di lasciare il corrimano per accedere alla metropolitana, per cui avrebbe provocato la reazione del cane e di avere ritenuto di passare vicino ad un cagnolino, senza mettere nel conto una possibile reazione dello stesso non costituisce affatto una eccezionalita' rispetto a quello che e' normalita' ed, anzi, proprio la circostanza che il cane fosse di piccola taglia giova a favore dell'affidamento posto in esso da [...] nel passargli vicino e non lasciare il corrimano, particolarmente utile per ognuno, ma soprattutto per una donna avanzata negli anni". SarÓ ora compito della Corte d'Appello stabilire in ordine al risarcimento tenendo conto che "non e' configurabile il caso fortuito, inevitabile o assolutamente eccezionale, idoneo ad escludere la responsabilita' del proprietario dell'animale nell'ipotesi in cui il danneggiato, specie di eta' avanzata, per scendere gli scalini, onde accedere alla metro, non lasci il corrimano di appoggio e passi vicino ad un cane che lo attacchi e lo faccia cadere, anche se il cane sia legato alla barriera mediante guinzaglio e il padrone si sia allontanato".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/05/2009 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Diritto all'indennitÓ di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF