Sei in: Home » Articoli

Cassazione: marito scatta foto alla moglie nel giardino dell'amante? Non c'è violazione di privacy

La Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 405677/2008) ha stabilito che è lecito scattare delle foto di nascosto alla moglie e al suo amante nel cortile di casa. Gli Ermellini hanno infatti osservato che, in tali ipotesi, non si è in presenza di una violazione della privacy e ciò in quanto, il cortile, anche se appartiene a un luogo di privata dimora, non rientra nella tutela delle norme sulla privacy a condizione che sia liberamente visibile dagli estranei.
Con questa Sentenza la Corte, confermando la decisione dei Giudici di secondo grado, ha evidenziato che la ripresa fotografica da parte di terzi, lede la riservatezza della vita privata solo se vengono ripresi comportamenti sottratti alla normale osservazione dall'esterno. Difatti, la tutela del domicilio è limitata a ciò che si compie in luoghi di privata dimora tendenzialmente non visibili a terzi.
In buona sostanza, se l'azione si svolge in luoghi di privata dimora dove però è possibile liberamente la visione dall'esterno (senza ricorrere a particolari accorgimenti), il titolare del domicilio non può accampare il diritto alla riservatezza.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(31/10/2008 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF