Sei in: Home » Articoli

Consiglio Ministri: approvate le misure contro atti persecutori e violenza sessuale

Lo scorso 18 giugno il Consiglio dei Ministri ha approvato due disegni di legge che predispongono "Misure contro gli atti persecutori" e "Misure contro la violenza sessuale" su proposta del Ministro delle Pari Opportunità e del Ministro della Giustizia.
Il primo provvedimento prevede l'introduzione nel codice penale del reato di "atti persecutori" (il cd. "stalking"), nonché una nuova ed idonea misura cautelare e la previsione di strumenti che favoriscano le indagini (in particolare intercettazioni telefoniche). E' stato quindi previsto la pena della reclusione (da sei mesi a quattro anni) per chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o paura ovvero da ingenerare un fondato timore per l'incolumità propria o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita.
Il secondo provvedimento prevede una fortificazione della tutela penale contro la violenza sessuale. E' stata quindi prevista l'introduzione del delitto di "violenza sessuale" e quello di "violenza sessuale di gruppo" tra quelli per i quali è prevista la pena dell'arresto in flagranza, con conseguente applicazione del rito direttissimo e immediato; la previsione di aggravanti connesse alle modalità di azione del colpevole (es. uso di sostanze che riducono la capacità di agire della vittima, la qualità di ascendente, genitore adottivo o tutore dell'autore del reato, il rapporto di dipendenza psicologica fra vittima e colpevole, lo stato di gravidanza della vittima).
(29/06/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Condominio: il condizionatore voluminoso va rimosso
» Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
» Licenziamento anche per l'assenza di pochi minuti
In evidenza oggi
Incidenti stradali: le nuove regole sul risarcimentoIncidenti stradali: le nuove regole sul risarcimento
Multa a Wind per la riduzione a 28 giorni del rinnovo delle offerte: cosa cambia per gli utenti?Multa a Wind per la riduzione a 28 giorni del rinnovo delle offerte: cosa cambia per gli utenti?
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Incidenti stradali: le nuove regole sul risarcimento
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF