Sei in: Home » Articoli

Pubblica istruzione: sottoscritta la nuova intesa a sostengo della conoscenza

I Sindacati, unitamente al Governo, lo scorso 27 giugno, hanno sottoscritto l'"Intesa per un'azione pubblica a sostegno della conoscenza" che segue, temporalmente, la sottoscrizione della "Intesa sul lavoro pubblico e sulla riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche".
La nuova intesa concorrerà alla realizzazione dell'obiettivo prioritario di migliorare i livelli di qualità, efficienza, efficacia ed equità del sistema pubblico di istruzione, formazione, università, ricerca, accademie e conservatori.
Si occupa poi del personale della scuola e, tra suoi punti qualificanti evidenziamo: il sostegno per la piena attuazione dell'autonomia scolastica, la valorizzazione dell'impegno professionale attraverso il riconoscimento delle esperienze lavorative e formative, la progressione di carriera, con particolare riferimento ai processi di innovazione e di ricerca educativa.
L'intesa annuncia infine la costruzione di un sistema nazionale di valutazione, esterno e autonomo e, in relazione ai progressi del sistema valutativo, prevede incentivi per le scuole che abbiano conseguito progressi significativi in termini di competenze degli studenti.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/07/2007 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debitoEquitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
Corrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungateCorrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungate
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF