Sei in: Home » Articoli

Annullamento dell'atto impositivo ed effetti sulla riscossione provvisoria.

(Cassazione civile, sez. trib., 22 settembre 2006, n. 20526)
La Corte di Cassazione, sezione tributaria (sentenza n. 20526/02, depositata il 22 settembre 2006) ha stabilito che, in presenza di una sentenza di accoglimento del ricorso del contribuente, seppure non ancora passata in giudicato, per mezzo della quale sia stato annullato l'atto impositivo, l'Amministrazione finanziaria non può trattenere, nemmeno a titolo di garanzia, quanto versato dal contribuente in fase di iscrizione a ruolo provvisoria. L'annullamento dell'atto impositivo infatti determina il venir meno del titolo su cui si fonda la pretesa tributaria e, quindi, le somme eventualmente conseguite a titolo cautelare in fase di iscrizione a ruolo provvisoria devono essere rimborsate. La Corte precisa come ....leggi tutto....
Consulenza legale online su MioLegale.it
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(09/02/2007 - www.miolegale.it)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Corrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungateCorrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungate
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF