Sei in: Home » Articoli

Commissione CE: Decisione con modello per autodenuncia prodotti pericolosi

In conformitą a quanto previsto dalla Direttiva 95/2001 in materia di sicurezza generali dei prodotti, recepita in Italia con Decreto Legislativo 21 maggio 2004, n. 172: Attuazione della direttiva n. 2001/95/CE relativa alla sicurezza generale dei prodotti, la Commissione CE il 14 dicembre 2004 ha adottato una Decisione che stabilisce gli orientamenti per la denuncia della pericolositą di generi di consumo alle autoritą competenti degli Stati membri da parte di produttori e distributori. Gli allegati al provvedimento recano: I - Formulario di notifica per la denuncia alle autoritą della pericolositą di prodotti da parte di produttori o distributori; II - Quadro metodologico per facilitare la valutazione coerente dei rischi.
Il provvedimento ha anche l?obiettivo di impedire il proliferare di notifiche aventi a oggetto misure o decisioni riguardanti «singoli prodotti o circostanze» che non richiedono alcun controllo o provvedimento delle autoritą e che non forniscono informazioni utili per valutare i rischi e tutelare i consumatori. Secondo l?orientamento fornito dalla Commissione la notifica č superflua quando č chiaro che il rischio č connesso soltanto con un numero limitato di prodotti (o di lotti) ben identificati e il produttore/distributore ha fondati motivi per concludere che il rischio č interamente sotto controllo e la sua causa č tale che la conoscenza dell?incidente non rappresenta un?informazione utile per le autoritą (si pensi al cattivo funzionamento di una linea di produzione, a errori di maneggio o d?imballaggio, ecc.). (Commissione, Decisione 14 dicembre 2004 che stabilisce gli orientamenti per la denuncia della pericolositą di generi di consumo alle autoritą competenti degli Stati membri da parte di produttori e distributori, conformemente all?articolo paragrafo 3, della direttiva 2001/95/CE del Parlamento europeo e del Consiglio ? pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2004, L 381).
Leggi il provvedimento su www.Filodiritto.com
(14/01/2005 - Roberto Cataldi)
Le pił lette:
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
» Addio compenso per l'avvocato poco accorto
» Drogometro: al via in tutta Italia
» Responsabilitą magistrati: il cittadino puņ agire direttamente per chiedere i danni
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno alla ex laureata che torna da mammąDivorzio: niente assegno alla ex laureata che torna da mammą
Č legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?Č legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF