Sei in: Home » Articoli

Impadronirsi del cellulare della ex per leggere gli SMS Ŕ rapina. Lo dice la cassazione

Il caso esaminato dai giudici di piazza Cavour riguarda un giovane che voleva leggere gli SMS della ex per provarne il tradimento
furto ladro cellulare id9803
Poco importa che si tratti di una ex fidanzata che probabilmente ha tradito e che la prova del tradimento si possa trovare nei messaggini del telefonino.

Secondo la Cassazione impadronirsi con la forza del cellulare della ex fidanzata anche se solo per leggere gli SMS e provare il tradimento, pu˛ far scattare una condanna per rapina.

Secondo la Cassazione violare la riservatezza sui contenuti di un cellulare va ad incidere sulla libertÓ del proprietario e determina un ingiusto profitto anche se solo di tipo "morale".

Nel caso preso in esame dalla Suprema Corte, un ventiquattrenne si era impossessato del cellulare dell'ex fidanzata strattonandola.

Nella sentenza (numero 11467/2015) la Cassazione fa notare che "l'instaurazione di una relazione sentimentale fra due persone appartiene alla sfera della libertÓ e rientra nel diritto inviolabile all'autodeterminazione fondato sull'articolo 2 della Costituzione, dal momento che non pu˛ darsi una piena ed effettiva garanzia dei diritti inviolabili dell'uomo (e della donna) senza che sia rispettata la sua libertÓ di autodeterminazione". 

Nessuno quindi pu˛ pretendere di impossessarsi di cellulare altrui alla ricerca di prove di possibili tradimenti.

Inutile il tentativo dell'imputato di sminuire l'accaduto. Nelle sue difese aveva tentato di scagionarsi affermando che la sua azione non era ingiusta ma era motivata dalla volontÓ di dimostrare al padre della sua ex i tradimenti perpetrati dalla figlia.

Una tesi che non ha fatto breccia nei giudici della suprema Corte per i quali Ŕ molto pi¨ importante la libertÓ di autodeterminazione nella sfera sessuale che "comporta la libertÓ di intraprendere relazioni sentimentali e di porvi termine"  senza che nessuno possa accampare pretese di alcun tipo.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/03/2015 - A.V.)
Le pi¨ lette:
» Diritto all'indennitÓ di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF